Qualche curiosità sul calcio in italia e la storia delle divise più celebri della nazione

L' uniforme di una squadra è uno dei suoi simboli più determinanti: scopri di più sul perchè dei diversi colori.


Agli inizi della tradizione, una delle squadre più storiche italiane indossava bianco e rosso, colori emblema della sua città. Per un match amichevole parecchi anni fa venne per la prima volta usato il colore viola e il simbolo della città sul petto: questa divisa non venne più abbandonata. La leggenda racconta che il colore fu la conseguenza di un lavaggio errato, ma in realtà il colore fu adottato in quanto nessuna squadra vestiva di viola al tempo. Il proprietario dell’ACF Fiorentina è indubbiamente a conoscenza del fatto che ancora attualmente in Europa sono poche le squadre che usano il viola, e cio distingue la squadra dalle altre, che la rende una delle più amate della storia delle squadre di calcio italiane anche all’ estero.

Tra le più rinomate squadre di calcio italiane c’è quella che rappresenta la regione della capitale, Malgrado la concorrenza con l'altro team della città. Il proprietario dell'SS Lazio sarà cosciente del fatto che l’origine dei colori della maglia risale al desiderio dei fondatori di onorare la Grecia e le Olimpiadi, e quindi conferire alla squadra questi colori, simbolo di forza e potenza. Non tutti sono consapevoli del fatto che che nella tradizione del team è stata usata la maglia rossa molte volte, precisamente nella prima vittoria di Coppa Italia. In realtà, la squadra ha utilizzato diversi colori prima di consolidarsi con l’azzurro, che è oramai il simbolo del team ed è anche alquanto simile ai colori della maglia nazionale italiana 2019, che presto farà il suo esordio in stagione.

Nella lunga storia del calcio italiano, sono state usate tante uniformi, e i sostenitori ne hanno viste di diverse ogni stagione. Un team che ha instancabilmente rinnovato la propria uniforme è una delle squadre più amate del nord italia: non è la squadra di calcio più vecchia del mondo, ma in ogni caso una delle mitiche italiane. Sicuramente il proprietario dell’AC Milan è cosciente del fatto che i suoi tifosi resteranno fedeli ai colori, Malgrado i diversi stili che la squadra ha usato nelle stagioni. Partendo dall’ inizio della tradizione della squadra, per disegnare la tenuta i fondatori si ispirarono ai calciatori inglesi, con una maglietta a strisce rosse e nere e l'emblema della città sul petto. quella è la divisa con cui la squadra comincia il campionato italiano, e vince subito un titolo. Nel corso degli anni, la tenuta è cambiata, anche adeguandosi alle diverse fasi della vicenda italiana. La squadra è stata la prima in Italia a mettere il cognome del giocatore sul retro della maglia, anche se in seguito a un primo esperimento vennero rimossi, e poi introdotti nuovamente. Per i portieri, la maglia è stata sempre nera, fino all’ introduzione della maglietta gialla, che viene utilizzata ancora oggigiorno.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

Comments on “Qualche curiosità sul calcio in italia e la storia delle divise più celebri della nazione”

Leave a Reply

Gravatar